Home  > Acculturiamoci a Prato

Acculturiamoci a Prato

Cultura e Sperimentazione

Questa piccola provincia offre anche un'ampissima scelta per passare il tuo tempo libero tra musei e teatri:

dalla storia e l'arte rinascimentale..fino al più contemporaneo luogo di creatività e  contemporaneità del museo Pecci, dalla tradizione di Shakespeare al teatro innovativo e giovanile dei Laboratori di Arteriosa.

Duomo di Prato

 

Il Duomo di Prato, dedicato a Santo Stefano, si trova in Piazza del Duomo ed è la cattedrale più antica situata a Prato.

La facciata tardo gotica fu edificata a ridosso della vecchia: nello spazio rimasto è stato realizzato un corridoio che porta al pulpito esterno, costruito da Michelozzo e decorato da Donatello, fra il 1428 e il 1438. Il pulpito fu creato per l'ostensione pubblica dell'importante reliquia della Sacra Cintola della Madonna, che ancora oggi si mostra per Natale, Pasqua, il 1 maggio, il 15 agosto e, nelle forme più solenni, l'8 settembre, festa della Natività di Maria. Sul capitello in bronzo del pulpito una serie di cornici concentriche in marmo bianco accentuano l'effetto centrifugo del pulpito, il cui parapetto (l'originale è nel vicino Museo) simula un tempietto dentro il quale gruppi di angeli intrecciano vivaci girotondi; l'elegante baldacchino a ombrello corona il pulpito.

La porta esterna accanto al campanile ha una macchia rossa nella lunetta sopra il portale. La leggenda vuole che si tratti del sangue uscito dalla mano mozzata a un tal Musciattino pistoiese che nel medioevo cercò di rubare la reliquia del Sacro Cingolo, ma che venne catturato e punito con il taglio delle mani. Una mano allora volò miracolosamente verso la cattedrale, macchiando per sempre i marmi nel punto dove aveva battuto.